Giamaica

Pin It

Prenota un hotel ai Caraibi

Isola delle Grandi Antille posta a 630 km dal continente centroamericano, la Giamaica (chiamata dagli indigeni l‘isola Xaymaca, che vuol dire la terra delle primavere o la terra del legno e dell’acqua), dopo esser stata possedimento spagnolo, finì sotto l’Impero britannico.

Vivace, stravagante, ma meno spensierata di quanto sia stata dipinta dagli spot pubblicitari, la Giamaica, con alle spalle un passato pesante è l’isola dove la cultura africana incontra quella caraibica.

  • Kingston, la capitale, sita sulla costa sud orientale dell’isola, è spesso poco considerata dai turisti, in quanto ha la fame di essere una città difficile.

    Ciò nonostate, è una metropoli che varrebbe la pena visitare. Sitain posizione estremamente suggestiva, proprio nel cuore di una baia naturale allle pendici delle Blue Mountains, la catena che taglia in due l’isola. Passeggiando per strade della capitale, si rimane rapiti dalla bellezza delle architetteture georgiane e moderne. In particolare, non passono inosservate: la King’s House e la Devon House.

    Simbolo della città è il Bob Marley museum (allestito proprio nella casa della cantante reggae). Molto interessanti anche la National Gallery, ed il covo di pirati di Port Royal.
    Lungo la costa occidentale, una delle destinazioni turistiche più frequentate e vivaci: Negril.

    Spiagge

    Caratterizzata da strade brulicanti di gente e bancarelle, può contare su meravigliose spiagge: Seven Mile Beach, il Long Beach Park e la Bloody Bay Beach.

    Molto pittoresca è la cittadina di Port Antonio ( sorge ai piedi delle Blu Mountains, su due baie gemelle), con i suoi mille locali e la sua lunghissima (11 km) e bellissima spiaggia di Long Bay2 (che, con le sue feste reggae, vive anche di notte). La spiaggia, inserita in un incredibile contesto naturale, è molto amata da chi pratica surf e kite.

    Non lontano da Port Antonio, troviamo anche le  spiagge da film (non è un eufemismo): Blue Hole, conosciuta come Blu Lagoon, e Dragon Bay (la spiaggia del fim Cocktail, con Tom Cruise). Altra destinazione turistica di tutto rispetto è Montego Bay, caratterizzata da splendide spiagge color borotalco (la Doctor’s Cave Beach e la Walter Fletcher beach).

    Decisamente più tranquilla è la spiaggia “Jack Spratt Beach”, di Treasure Beach (costa meridionale), con la sua natura ancora incontraminata (è possibile ammirare le tartarughe marine intente a deporre le uova).

    Grotte

    Paradiso degli appassionati di diving è Runaway bay. Qui, oltre a favolosi fondali, circondati da incantevoli barriere coralline, si possono scoprire anche misteriose grotte sottomarine.
    Altre grotte da scoprire sono quelle di Roaring River, la Green Grotto, o le Nonsuch Caves. Per i più intrepidi, ricordiamo che lungo i fiumi Great, Martha Brae, Rio Grande, White, è possibile praticare rafting.
  • Il clima è tropicale. Le temperature sono comprese tra i 23 ed i 30 gradi.
    L’alta stagione, corrisponde alla stagione secca e va da metà dicembre fino alla fine di aprile.
    Sconsigliati i mesi di settembre ed ottobre, considerati a rischio uragani.
  • La cucina giamaica è saporita, ma al contempo semplice: pesce, frutta (in particolare mango, papaia, avocado) e verdura sono alla base dell’alimentazione locale.
    Forti le influenze precolombiane (degli arauchi e dei caribi), africane ed europee.

    Tra i piatti più diffusi:

    Peas and rice (Caiani cotti con riso, latte di cocco, carne di maiale sotto sale, verdure), escoveitched fish (pesce fritto con aromi), curried goat (capra al curry), rundown chicken (pollo cotto in latte di cocco).
  • Capitale: Kingstone
    Superficie: 10,991 km²
    Popolazione: 2.742.00 abitanti (2012) jamaicani
    Densità: 263 ab./km²
    Valuta: Dollaro giamaicano
    Lingua ufficiale: inglese Fuso orario: -6 ore rispetto all’Italia (-7 ore quando in Italia vige l’ora legale).
    Forma di governo: Monarchia parlamentare (Reame del Commonwealth)

Mappa di Giamaica